Corona virus

L’ Italia sta vivendo una situazione molto disastrosa che spaventa la maggior popolazione, che impedisce di mantenere la calma senza andare nel panico.

In questo periodo tutti noi stiamo provando la paura di ammalarci o di beccarci una malattia virale invalidante e sconosciuta che nessuno ha conoscenza della cura e del rimedio per uscirne fuori.

Il governo e il ministro della salute ed istruzione in queste ultime settimane stanno provando a decidere come agire in questa determinata situazione , ci hanno istituito delle regole igieniche,sicure, preventive, obbligatorie per proteggersi da questo forte virus che scatena un forte numero di contagi su tutto il nostro territorio.

Le regioni più colpite da corona virus sono: Lombardia, Veneto, Emilia Romagna che si trova la zona rossa che hanno un numero elevato di contagi.

In Lombardia il numero di contagiati risale 2251 in cui 1169 ricoverati, di cui 224 in terapia intensiva, 364 in isolamento domiciliare, i dimessi sono 376 in un solo giorno, 126 in più, 98 morti .

Nel Veneto i numeri di contagi comprende 723 contagiati in tutta la regione, 21 morti con positività per corona virus, 168 sottoposti al ricovero.

In Emilia Romagna sono 544 persone contagiate, 124 in più rispetto alla norma, 234 in cura in casa, 26 ricoverate in terapia intensiva, 22 morti con test positivo per corona virus.

Il ministro della salute Roberto Speranza assieme alla collaborazione del ministro dell’ I

istruzione Lucia Azzolina con l’ accordo dei vari presidenti delle regioni che sono rischio di forte contagio hanno deciso di chiudere i posti d’ aggregazione come cinema, teatri, campi sportivi, scuole pubbliche e private per a massimo 3 settimane per cosi mantenere la popolazione protetta da questa forte epidemia che si sta diffondendo anche nell’ maggior parte del mondo.

 

Secondo me noi italiani abbiamo troppa paura di affrontare le cose e tendiamo nasconderci come tartarughe che si nascondono nel proprio guscio o lumache che stanno dentro alla loro chiocciola credendo che così riusciamo a sconfiggere il virus ? In realtà no, la risposta è che la paura, ansia, angoscia ci fa diventare impotenti privi di forza, non possiamo rimanere rinchiusi dentro le nostre case per un eternità, perché tanto lo stesso il virus continuerà sempre a girare finché non si trova il vaccino per sconfiggerlo.

Avere paura non ci porta da nessuna parte, perché la paura ci indebolisce e dobbiamo essere forti con il coraggio a portata di mano perché con coraggio si diventa immuni a qualsiasi epidemia che esista in questo pianeta terra, l’ unica cosa per batterlo è la nostra forza di lottare la capacità di andare avanti senza nasconderci sotto la sabbia come degli struzzi, un minimo di forza di rischiare dobbiamo avercela dentro.

Io penso che sul fatto di chiudere le scuole secondo il mio punto vista non avrebbe molto senso, perché tanto il virus continuerà a circolare per trovare la cura non ci vogliono mesi ci vogliono anni, come la epidemia della colera in Spagna stessa identica cosa.

Comprendo il forte rischio di epidemia che si sta evolvendo dovete pensare anche che state danneggiando la formazione e l’ istruzione di miglia di studenti che cercano rischiando di non riuscire a completare il loro percorso di studio per colpa di questa epidemia.

Da quando questa epidemia ha iniziato a esistere, io come cittadina italiana con origini ucraine ed algerine, non ho paura di questo virus, a me non mi spaventa per niente perché sono una persona che ama rischiare, il “rischio” è diventato il mio nome per me la paura non esiste non esisterà mai.

Se il Corana virus continuerà a circolare per tutte le varie zone a me non mi ostacola non mi fermerà perché ho dei trucchi professionali che mi rendono immune a qualsiasi malattia virale che esista anche alla peste bubbonica.

20200407_140503

Abbandono animali

L’ abbandono animali è un fenomeno molto diffuso in questi ultimi anni, capita spesso nella stagione più calda come l’ estate.

Spesso questi animali vengono abbandonati per motivi di affidamento o problemi di spazio.

 

In italia l’ 80% di cani vengono abbandonati fuori casa, legarti vicino a una casa abbandonata senza cibo ed acqua lasciandoli morire da soli con tempo.

 

Oltre i cani a essere abbandonati, nel periodo estivo anche i gatti vengono lasciati sempre per motivi di spazi ed affidamento e di responsabilità della persona di prendersi cura del animale.

 

Questo tipo di metodo viene utilizzato anche suoi gatti di tutte le razze ma il trattamento è quasi simile del cane solo che c’è un dettaglio diverso che sarebbe l’ abbandono dell’ animale per strada.

 

Questi animali a quattro zampe vengono lasciati fuori per altre motivazioni non solo per le ferie festive, ma anche per motivo di trasloco oppure anche per questione che sporcano troppo e perdono il pelo.

 

Anche la categoria dei volateri vengono abbandono sempre per il motivi di responsabilità di cura del animale e di spazio in casa oppure per l’ affido durante i mesi festivi e non sanno a chi affidarli.

 

Il 90% di volateri vengono abbandonati e maltrattati dai loro padroni addirittura lasciati senza cibo ed acqua per dei periodi lasciandoli morire come stanno nelle gabbiette.

 

Ci sono stati casi che li lasciavano liberi di uscire dalla finestra volontariamente, che venivano maltrattati per strada.

 

Questa tipologia di animale non è abituata a respirare arriva inquinata come lo  smog muoiono molto facilmente.

 

Le persone che fanno questi atti su questi poveri animali rischiano una sanzione pecuniaria di almeno 1.000 a 10.000€ , per maltrattamento con reclusione da 3 mesi – 18 mesi con una multa da 5000 a 30.000€.

 

Credo che questa cosa è ingiusta perché non possiamo abbandonare un animale che ci siamo presi cura poi arrivare al punto di buttarlo per mezza la strada per motivi di spazio e ferie?.

 

Vi consiglio di stare attenti come trattate i vostri animali perché una cosa che per voi può essere banale a livello legislativo è grave, rischiate di spendere tutto il vostro stipendio per rimediare ai vostri danni.

 

Se avete problemi di spazio e di responsabilità vi consiglio di affidarli nei centri di salvataggio animali, se per difficoltà di ferie festive potete affidarli ai vostri vicini di casa oppure amici di buona fiducia che in quel periodo non è in ferie, si potrebbe fare.

 

Si potrebbe anche mettere un annuncio per adottare il vostro animale se in caso non vorreste più, dovete assicurarvi che il cliente che acquista il vostro animale sia affidabile e motivante del acquisto del vostro animale.

 

20191101_011354

Donna italiana e europea nel lavoro

Oggi tratterò una tematica molto importante basata sulla donna italiana ed europea nel mondo del lavoro.

In italia il 57,8% di donne sono imprenditrici e titolari di imprese economiche e sociali, il 92,1% lavorano nel settore di manifattura ad alta tecnologia.

Oltre essere delle imprenditrici le donne italiane lavorano in ambito politico e il 40% di deputati sono donne rispetto il 2014.

Nelle donne europee il 50% lavorano più in ambito sanitario dedicandosi alla cura dei figli, assistenza ai famigliari non autosufficenti, partecipano al mercato economico dovuto all’ aumento delle relative aliquote d’imposta maginale per costruire la seconda fonte di reddito.

Lavorano anche sull’ assistenza all’ infanzia, assistenza a lungo termine che permette alle donne europee di costuire un resposabilità di assistenza, un disincentivo finanziario al lavoro  ancora maggiore.

Credo che la donna in genarale è una grande risorsa partecipare nel mondo lavorativo e mercatile e secondo me è un grande aiuto per uomo in ambito economico e di guadagno sopratutto chi possiede una famiglia e dei figli.

 

 

20190922_191548

 

L’ ipocondria

 

L’ ipocondria è una malattia seria in tale viene rispettata non ce da sottovalutare una malattia del genere nasce nella paura di ammalarsi realmente assale al ipocondriaco durante la sua vita.
Questa malattia lo porta a uno stato di forte solitudine ci si sente incompresi in genere i medici non sono molto propensi ad ascoltare l’ipocondriaco lo considerano come “ un malato immaginario”.

È una delle cose per un paziente non essere ascoltato dal proprio medico di base, spesso capita che un medico ti prescriva un ansiolitico bolli come un ansioso peggio ancora un depresso questo quando ti peggio sta accadendo da lì chiaro che si cade in depressione se si viene incompresi dai propri medici.
In Italia di persone che soffrono di una malattia subdola sono 8 milioni che si congiungono atteggiamenti scaramantici di rifuggano l’ idea delle malattie non ne vogliono sentir parlare perché la sola informazione traduce di possedere il malanno peggio incotaminazione formativa.

però questo disturbo ha cambiato nome viene chiamata
“disturbo da sintomi somatici o disturbo d’ansia di malattia “.
Nel tempo si sono moltiplicati gli stati di sofferenza da malanno però in realtà l’ ipocondria patologia subdola negli ultimi tempi può influire su tutta la popolazione, si alzerebbero le statistiche.

penso che se I medici non smollassero l’ipocondriaco nel momento del bisogno lo aiutassero a tranquillizzarsi farli capire che quello che sta vivendo è una ansia di morte vedrete che questa patologia non verrà diffusa.
Consiglierei ai medici prescrivere di meno ansiolitici potrebbe capitavi dei pazienti che saranno ancora più depressi di prima che sono sotto effetto del ansiolitico che avete prescritto.

Potrete dare qualcosa di naturalistiche come erboristerie oppure seguire dei counselling fisiologico farsi prescrivere dei fiori di Bach che aiuta combattere l’ ansia e stress paure di avere malanni immaginari.
Rivolti a tutti pazienti di tutta Italia se avete ansie e stress consultate sempre un counselling professionista che vi prescrivono rimedi naturalistici e efficaci per ogni problema che avete, ricordate sempre che il medico non sarà sempre il vostro rimedio per risolvere i vostri problemi.
Il medico sarà il vostro rimedio a livello bio-fisico non di più, se avete problemi bio-psichico il giusto rimedio è il counselling fisiologico.

 

 

20190225_100504

Bullismo

Oggi vorrei parlare di una delle tematiche più forti per gli adolescenti il “bullismo”.

La maggior parte degli adolescenti hanno sofferto di bullismo tra la fascia degli 11-17 anni, spesso consiste a deridere in faccia al individuo più debole oppure arrivare al maniere forti come ad esempio: calci, pugni, ecc….

I ragazzi giovani tendendo a crearsi dei gruppetti da 4-5 persone per facilità di attaccare la vittima sia a livello psicologico sia a livello fisico.

La maggior parte delle vittime che soffrono di bullismo o di repressioni psicologiche sono spesso rivolte a ragazzi dal sindrome asperec nominativo di (autismo).

Queste vittime vengono fatte: repressioni psicologiche, ricatti, minacce, ecc… , tendenzialmente queste vittime ci soffrono e in alcuni casi arrivavano al suicidio di vivere più la vita.

Certe vittime spesso per risolve il problema si consultano con uno psicologo, spesso gli adolescenti non riescono a parlare di questo argomento provano molto dolore emotivo oppure provano panico e hanno paura di parlarne con un adulto, credono che riescono a risolvere il problema da solo senza che intervenga una persona adulta.

L’ adolescente crede che se interviene una persona adulta viene deriso ancora di più dal gruppetto che lo bullizza.

Se gli adolescenti tendendo di consultarsi di più con gli adulti il problema sarebbe risolto da un pezzo consiglierei ai ragazzi di fidarsi delle persone adulte e di non sottovalutare l’ adulto come una persona meno sapiente di voi.

Potete sempre contare sui propri genitori ricordate che non serve avere paura di consultarsi con i propri genitori su tematiche molto forti.

Ricordate il genitore sarà sempre la vostra salvezza sia per il bene sia per il male anche se vi ritroverete in situazioni critiche su di loro ce sempre da contare.

Le ragazze tendono subire atti di bullismo di più rispetto i maschi, la percentuale di ragazze che subiscono questi atti supera circa il 20,9%.

Le violenze più comuni sono offese, parolacce e insulti (12,1%), la derisione per l’aspetto fisico o per il modo di parlare (6,3%), la diffamazione (5,1%), l’esclusione per le proprie opinioni (4,7%), le aggressioni con spintoni, botte, calci e pugni (3,8%).

Su questa tematica consiglierei Ai genitori di controllare spesso i loro figli di osservare attentamente il loro comportamento e vedere se si comportano in modo strano o no rispetto al solito.

Se i vostri figli non se la sentono di spiegare la loro repressione psicologica provate a convincerlo in qualche modo a spiegare le sue paure, le sue repressioni.

Provate essere presenti nei loro momenti più difficili di aiutarlo di incoraggiarli di essere forti di non abbassarsi di fronte a un gruppo di “smidollati” che si rende forte che si diverte a prendere di mira uno più debole di loro.

Consiglio anche ai genitori di intervenire in situazioni molto critiche di parlarne con personale scolastico della situazione del loro figlio.

Ricordate sempre nelle situazioni di bullismo i vostri genitori saranno sempre la vostra salvezza sempre anche se le cose vanno male potete sempre contare su di loro non avete paura di confessare le cose vedrete che andrà bene.

Voi avete diritto di raccontare quello che volete sia nel bene sia nel male non potete tacere per colpa di un gruppetto di “smidollati”, avranno sempre l’ obbiettivo di farvi tacere una volta per sempre, su questa cosa vi dovete ribellare.

Mostrate a questi smidollati chi comanda anche se avete pochi amici anche quel poco vale come averne mille, importante avere pochi amici ma veri.

screenshot_20190105-203425

Verginità a rischio

La verginità è una cosa sacra non c’è da sottovalutare soprattutto da questo genere di cose.

La media di ragazze che perdono la verginità è sulla media dai 12-13 anni, in poi; secondo i miei punti di vista non sarebbe un’ età adatta per fare un rischio di questo genere soprattutto in un età non completamente evoluta infatti le ragazze sono nella fase del adolescenza.

In questa fase le ragazze non hanno tante responsabilità spesso buttano queste responsabilità ai genitori per far vivere alla leggera la ragazza stessa.

Le ragazze hanno la fretta di crescere vorrebbero avere da subito dei rapporti sessuali avere contatto fisico con il ragazzo hanno il desiderio di avere presto dei figli.

ma in questa fase evolutiva le ragazze adolescenti non hanno ben compresso il significato di responsabilità di un altro individuo, spesso le ragazze fidanzate dopo un rapporto sessuale senza concertativi vengo smollate dai propri ragazzi lasciando la ragazza da sola in stato di gravidanza.
In Italia è il 18,9% media di ragazze che sono forte rischio di perdita di verginità, consiglierei alle giovani ragazze di non giocarci sopra di non scherzarci sulla verginità ricordate “c’è ancora tempo per sverginarvi vivete la vostra adolescenza quando troverete l’ uomo giusto che sappia avere forti responsabilità senza abbandonavi nel momento difficile vedrete che avete beccato il momento giusto”.

Perdere la verginità sul età di 12-13 anni secondo me è Po’ prematuro non è un età giusta per perdere la cosa più sacra in assoluto di una cosa donna
“ la verginità”.

Consiglio alle ragazze adolescenti di non avere fretta sui rapporti sessuali andarci su queste tematiche di andarci con cautela e delicatezza ed di non giocarci sopra, state attenti con chi andate a fare il rapporto potrete beccare delle infezioni sessualmente trasmissibili, che questi tipi di infezioni posso creare forti problemi ai vostri futuri figli.

Suggerisco tanto alle ragazze di utilizzare troppe volte i concertativi potreste avere problemi di avere figli in futuro possono provocare: acne, cefalea, debolezza, nausea e, più frequentemente vomito.

State attente come le usate concertativi, possono essere utilizzate a massimo 3 volte non di più, se vengono utilizzati in una maniera esagerata potreste avere problemi in futuro.

Ricordate la verginità è una cosa seria non è un arma da giocare prendetela come una cosa preziosa e sacra mantenetela nel tempo più possibile sarà per voi un forte privilegio.

Suggerisco alle giovani ragazze in generale di guardare attentamente le conseguenze che provocano prima di fare una cosa ed ricordate sempre che prima di perdere la verginità dovreste trovare L’ uomo giusto della vostra vita prima di agire di rifletterci attentamente vedrete che passerete nella strada giusta.Screenshot_20181215-164543

Problemi alimentari degli adolescenti

Noi adolescenti  prendiamo il cibo come uno scherzo, crediamo che tutti cibi sono salutarli che fanno bene per la salute.

Secondo me gli adolescenti ci devono scherzare con questi tipi di cose perché se esagerano con il cibo rischiano di avere delle brutte conseguenze sopratutto con i dolci che fanno venire molte carie.

noi ragazzi amiamo tanto il cibo zuccherato su se questo tipo di cibo crediamo che mangiando tanto dolci zuccherato non succeda assolutamente niente.

Ma in realtà si sbagliano di grosso, anche con il cibo zucchoerato si rischiano di avere malattie che portano anche alla morte ma dipende se superano un numero di peso elevato si può arrivare all’ obesità avendo anche mancanza di movimento mortori ed di coordinazione.

Oggi la prendono queste cose per scontato credendo che mangiare tutti i cibi di ogni genere di sorta farebbe bene alla loro salute, secondo me i giovani ragazzi devono seguire dei corsi di buona alimentazione, ad iniziare a imparare a mantenere una linea equilibrata, leggendo attentamente le etichette sui vari prodotti che comprano guardando che cosa contengono.

Se I giovani seguono le guide alimentari  non rischerano di prendere le malattie, non diventeranno obesi non accumolerano grassi ed zuccheri.

Manterano una linea equilibrata dovranno sopratutto  mangiare molta frutta e verdura tutti i giorni avere cura del loro corpo controllando se stanno in linea giusta.

L’ unica cura che si può combattere contro L’ obesità è fare molta attività fisica vi consiglio assolutamente sopratutto di fare una corsetta veloce fare molte flessioni per bruciare grassi e calorie.

Se tutti gli adolescenti mantenessero una linea equilibrata mangessero cibo sano non mangerebbero cibo meno salutare non ci saranno problemi di alimentazione.

Screenshot_20181214-214009.png